+ CONCETTO: La sfera e il cerchio danno per natura la sensazione di una figura perfetta. I raggi partono dal centro e reggono il peso mantenendo la forma della circonferenza.
La ruota è un cerchio che rotolando muove. Il telaio da la possibilità di spostare un peso ed il manubrio di governarne la direzione. Anche all’aria aperta! Tutelando il tuo ambiente. Non devi fare benzina, la parcheggi facilmente. La puoi dotare di tutti i sistemi innovativi, ormai il solo contachilometri è banale: gps con piante della città, caricabatterie per smartphone, dispositivi a scatto fisso, biciclette pieghevoli e trasportabili in metropolitana.
Muoviamoci in bici. C’è bisogno di più bici per diminuire lo smog, per riacquistare quella sana abitudine al movimento fisico che il lavoro sedentario ha mentalmente impigrito; c’è bisogno di combattere le fittizie comodità dell’auto e dei suoi costi per privilegiare le piste ciclabili. Ho voglia di vedere la mia città con i miei occhi, libero senza filtri, voglio che mi convenga riappropriarmi degli odori, rivalutare i colori.

Oggi lascio in garage l’auto, vado in bici.

“La bicicletta somiglia, più che ad ogni altra macchina, all’aeroplano: essa riduce al minimo il contatto con la terra, e soltanto la sua umiltà le impedisce di volare.”

Mauro Parrini


+
 
THE CONCEPT: The sphere and the circle naturally give the idea of a perfect figure.The rays leave from the centre and hold the weight keeping the circumference into shape.

The wheel is a circle that moves while rolling.
The frame carries the weight and the handle gives direction.
Even outdoor! Saving your environment. You don’t have to put petrol, you can park easily. You can accessorize it with all the innovative systems, nowadays just the odometer is boring: gps system with city maps, smartphone battery charger, fixed gear devices, foldable bikes that can be carried on the tube.

Let’s go around by bike. We need more bikes to fight pollution, to take back the healthy habit to physical movement that sedentary job has mentally made lazy.  We need to fight the fake conforts like the car and its costs, in order to privilege the cycle lanes.
I want to watch the city with my eyes. Free and without filters. I want to enjoy feeling the smell and appreciate the colours. Today I leave the car in the garage. I ride my bike.

 “the bike looks more like an airplane than like any other machine: it reduces the contact with the ground to the minimum and only its humility forbids it to fly”.

Mauro Parrini

 

I contenuti pubblicati sul nostro blog sono e rimangono di proprietà dei vari autori.
Noi li utilizziamo solo per divulgare il sogno del Ciclista Urbano senza nessun fine di lucro.

Le immagini di fondo sono di proprietà di CICLICO (PD)

Web site contact 2010
20%
Web site contact 2012
50%
Web site contact 2013
80%