Bike sharing a Milano

Bike sharing, a Milano 1000 bici elettriche per l’Expo 2015 – Qualche bella notizia attorno al progetto EXPO, speriamo non sarà l’unica ad andare a buon fine. Il sistema di bike sharing milanese sta per arricchirsi. Alle attuali quattromila biciclette circa presenti su tutto il territorio cittadino se ne aggiungeranno altremille elettriche. Lo ha promesso l’assessore comunale alla Mobilità, Pierfrancesco Maran, il quale ha previsto che ci vorrà un anno circa per raggiungere l’obiettivo. Giusto in tempo per l’Expo 2015. Le stazioni del bike sharing diverranno quasi 300 visto che se ne aggiungeranno un’ottantina per coprire meglio la zona dell’esposizione di Rho-Pero.

L’idea sarà finanziata in parte dal Comune e in parte dal Ministero dell’Ambiente per un totale di 5 milioni di euro, ed è stata soprannominata “bike sharing 2.0″. Il riferimento tecnologico è legato proprio al fatto che le biciclette che saranno aggiunte al parco attualmente fruibile saranno a pedalata assistita. Queste biciclette saranno dotate di un motore da 36 Volt e 250 Watt con 200 giri al minuto, alimentate da una batteria agli ioni di litio con un’autonomia di 60 chilometri.

L’intero progetto ha connotati ecologici in quanto le stazioni di ricarica saranno dotate di pannelli solari, e sarà introdotto un furgoncino per la manutenzione che circola con un carico di batterie. Per garantire una bicicletta sempre carica infatti, le e-bike emetteranno un segnale wireless quando avranno un’autonomia inferiore al 30%. In questo caso verranno rintracciate dal furgoncino che si occuperà della sostituzione o della ricarica in loco.

Ovviamente questa novità non sarà a costo zero per l’utenza, ma i prezzi degli abbonamenti verranno rivisti leggermente al rialzo. Secondo i piani annunciati dall’assessore Maran, dall’amministratore delegato di Clear Channel che gestisce ilBikeMi Paolo Dosi e dal direttore generale del Ministero dell’Ambiente Corrado Clini, entro la prossima primavera già una prima parte di biciclette elettriche sarà disponibile, per un totale di circa 4 mila bici totali e 217 postazioni. Il resto dovrebbe arrivare entro il 2015. Passato l’Expo, secondo Maran le rastrelliere saranno smontate e saranno redistribuite nelle periferie

Image and text all right reserved: ©Quotidiano.net Marco Mancini

Dado Mazzocco
© REDAZIONE CiclistaUrbano.com

clicca MI PIACE per la nostra FACEBOOK official Page

No Comments Yet.

Write a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *